lunedì 6 novembre 2017

Descrivere regole.



La sua famiglia governa da cento anni e lui ha la villa più grande nella sua strada…”.
True detective
La grande concentrazione di massa non ha nulla a che fare con il concetto intuitivo di grande numero, grande peso, grande dimensione, etc. 
Ess3 “scrive le regole ‘qua così’”.
L’indagine di Stato è una estorsione. Afferrato?...”.
True detective
La grande concentrazione di massa “deriva causalmente (è permessa potenzialmente e funzionalmente)” e “sposta gli equilibri (conseguentemente)”, ossia, attraverso il proprio essere/funzionare e causare (la scia/traccia di effetti collaterali) è, anche, possibile ricongiungerl3 sensatamente ai propri “effetti ambientali” (è logico riuscire ad accorgersi, rilevarl3, calcolarl3, misurarl3 e renderl3 manifest3... perché è immanifest3 strategicamente, pur essendo fisica tanto quanto te).
Ho preso ordini per così tanto a lungo che… non so più chi… sono ormai… è che non so nemmeno come stare al mondo…”.
True detective
A proposito di “effetti collaterali (speciali)”, è conveniente “riunire i puntini” infilandoli con lo “strumento ‘formulare’”, il cui ambito e definizione – alla luce delle “Quattro leggi di SPS (questo Spazio – Potenziale – Solido)” – va aggiornato; cosa che puntualmente avverrà quanto prima.
Non ci sono regole… è così da sempre…”.
True detective
Quando (sei in) qualcosa (che) “funziona”, significa che “ci sono (solo) regole, da cui… la legge (umana e quella traslitterata, simbolicamente,  “divina”). 

Il non ritenere che, all’opposto, “non ci sono regole…”, ha a che vedere, di più, con la “disperazione” piuttosto che con la “concentrazione (accortezza)”, il che sostanzialmente ti permette di rilevare i vari “strati” che ti avvolgono “qua (così)”. 






Come puoi accorgerti di qualcosa che ti avvolge (caratterizza), mentre l’intero processo avviene “con al suo di dentro, te”
La possibilità c’è sempre, poiché è potenziale. 
Perché non dovrebbe essere possibile? 
Del resto, forse, ti stai accorgendo “ora” che questo Spazio (Potenziale) Solido ti sta suggerendo proprio questa modalità del focus che, di conseguenza, equivale a renderti conto… 
Da ciò puoi, anche, accorgerti del che cosa/chi sia la cosiddetta “ispirazione” ed i “pensieri senza pensatore” di Bion.
Certi momenti rimangono lì a fissarti. Non sei tu che li ricordi. Loro ricordano te”.
True detective
Anche:
loro ricordano (a) te...
Fai attenzione a questa citazione
qualcosa che ti permette di capovolgere il “senso” di ciò che (ti) succede… 
Il “pensiero” è ricordato attraverso l’analogia frattale espansa “formulare”, ossia:
ricorda qualcosa/qualcun3 ed è, contemporaneamente, ricordato da qualcosa/qualcun3
Una sorta di garbuglio? 
Per nulla affatto. Di più, “è” in mezzo (tra/fra) al funzionamento dell’infrastruttura “qua”, personalizzata ad hoc “così”, ossia, nell’AntiSistema sotto (alla) dominante. 
Se (se) prendi, a titolo di esempio, la Rete Rai… puoi accorgerti empaticamente (rilevare) che in una simile struttura puoi far circolare un certo tipo di informazione (potenzialmente, qualsiasi tipo di informazione). 
Quindi, se (se) in detta Rete – che è pubblica quanto l’interesse di un Dittatore – ricircolano notizie che in un certo qual senso “servono” sempre e solo ad auto mantenere la forma reale manifesta “qua (così)”... di conseguenza il “pensiero” di una significativa fetta della popolazione sarà ad “immagine e somiglianza”, allorquando lo stanziamento massivo è sufficientemente stabile, coerente e duraturo… tanto da garantire il radicamento di un simile tipo di imprinting (ispirazione) a livello di “pensiero”. 


Ma (ma), anche questo livello è relativo al funzionare.
Ossia? 
Quale altro livello esiste
L’ispirazione indica un certo gradiente di provenienza:
esalta la compresenza emanante.
Però, la differenza sta tutta nel “funzionare d’assieme”:
il tipo di tecnologia che sottintende tutt3 “qua”. 


Un livello che viene solamente intuito e, dunque, mai preso del tutto “seriamente”. 
Infatti, questo cardine è già stato ricoperto da valenze immateriali/simboliche (e, dunque, costantemente distanti da un uso immediato e concreto) del tipo, Natura, Universo, Dio… 
La struttura nella quale ricircola ilpensiero (che è ricordato dalle proprietà di non solo un liquido di circolare in una conduttura)” è tecnologica e di processo





Inoltre, il pensiero non è qualcosa che è di proprietà della mente umana, solo perché credi che sia nella “tua” mente.
Non c'è copyright ma solamente "provenienza", alias:
copia ed incolla.... utile a...
Tuttavia, qualcosa che indica un certo luogo comune (provenienza), che è - quest3 sì - una proprietà privata sotto (alla) dominante e, quindi, la dominante stessa (astraendo la logica ed agganciando la funzione).
Il pensiero è, di più, come il gas:
aereo.
E, come l'acqua, può cambiare di stato/fase, auto introducendosi ovunque e comunque (attraverso una "idea", che è come un virus)...
E, come dimostra la tecnologia stessa attraverso il wireless, le particelle (di qualsiasi natura) esistono come parte dell’atmosfera stessa (della struttura) sia evidente che meno evidente della realtà “qua”. 
L’ambiente è pregno (carico) di “particelle (che la struttura atomica e subatomica, dimostra)”. 

L’aria stessa è un assieme di “nuclei”, mentre la terra è un assieme di altro tipo, alias, di altra programmazione (essendo di un unico tipo le particelle fondamentali dello Spazio Sostanza). 
L’informazione, al fine di auto trasmettersi”, viaggia attraverso questa struttura portante e centrale di diffusione ambientale. 
Altrimenti, come credi che possa avvenire la trasmissione senza fili nel “vuoto”? 
È ovvio che lo spazio sia un “pieno”
Sì, ma (ma), pieno di… cosa/chi? 
Lo spazio è pieno di particelle fondamentali, che fungono da campo morfogenetico per il potenziale che può assumere qualsiasi forma (da “lì” emerge la struttura, che la scienza deviata crede di osservare… mentre è osservata, ossia, si specchia nella sostanza funzionale che meglio la ritrae, d’assieme al riflesso dominante che la caratterizza ed obbliga a…). 


Immagina:
qualcosa/qualcun3 che prende la “tua” forma, rispecchiandoti mentre credi di osservare altr3 e mentre – comunque – continua a succedere ciò che “è già success3 ‘qua così’”.
Qualcosa che funziona secondo l’intenzione di qualcun3:
ecco il punto di contatto del binomio “qualcosa/qualcun3”, con di mezzo “te”.
Entraci dentro e… divarica quello spazio pieno. 
Certo, perché “sei di mezzo ma (ma) non nel mezzo”. 
Apri questa struttura, utilizzandoti in tal senso… in maniera di ritornare ad essere te “formularmente”. 






Quando pensi, pensa al pensiero in termini di tecnologia:
è programmazione.
Cosa/chi ti ha già programmat3 “qua (così)”?
L’indagine non va condotta linearmente (che cosa è) ma significativamente (che cosa significa).
La chiave è l’astrazione del fatto al livello del significato, con te nel mezzo cardinale, portante e centrale… come per riprogrammare te stess3.
Prendi atto delle seguenti “notizie”, dunque, a livello di significato (accorgiti di ciò che continua a succedere, dato che “è già success3”)…

Banche, Grasso scrive a Casini: dubbi su proroga commissione.
Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha scritto al presidente della commissione d'inchiesta sulle banche, Pier Ferdinando Casini, per esprimergli le proprie perplessità sulla richiesta avanzata dallo stesso Casini di far proseguire l'attività d'indagine della commissione dopo lo scioglimento delle Camere.
La richiesta di poter proseguire l'attività d'inchiesta della commissione bicamerale era stata rivolta ai presidenti di Camera e Senato. Casini era quindi in attesa di una risposta per sapere se poteva andare avanti fino ad elezioni con l'attività ispettiva.
Questa strada non era così agevolmente percorribile, stando tra l'altro ad un precedente di Palazzo Madama, secondo quanto si legge nel resoconto stenografico delle dichiarazioni fatte dal presidente del Senato (allora Renato Schifani) come ultimo atto della scorsa legislatura.
Dopo lo scioglimento delle Camere, si leggeva nel resoconto, "per quanto riguarda le indagini conoscitive e le inchieste parlamentari, le commissioni potranno riunirsi al solo fine di rendere esplicite le conclusioni dell'attività svolta prima dello scioglimento. Rimane esclusa qualunque attività di rilievo esterno, anche se prevista nei programmi già approvati...".
Link 
Rimane esclusa qualunque attività di rilievo esterno, anche se prevista nei programmi già approvatila solita sceneggiatura).
Prodi: cambiare regole mercato, ma il problema è chi lo fa.
Per sconfiggere le disuguaglianze nel mondo "bisogna cambiare le regole" del mercato economico.
Ma "il problema è chi le cambia". Secondo l'ex presidente del Consiglio e della Commissione europea, Romano Prodi, "se le cambiamo oggi le cambiamo in peggio...".
"Bisogna cambiare le regole il problema è chi le cambia…" ha detto Prodi a margine della cerimonia di consegna del Sigillum magnum all'università di Bologna a Joseph E. Stiglitz, premio Nobel per l'economia nel 2001.
Secondo il professore bolognese, Stiglitz nel suo intervento "ha fatto una disanima perfetta" sul tema delle disuguaglianze nel mondo. "Il grande problema... è che per cambiare le regole occorre un clima politico mondiale completamente diverso da quello che c'è oggi. Se le cambiamo oggi le cambiamo in peggio…".
Link 
Per cambiare le regole occorre un clima politico mondiale completamente diverso da quello che c'è oggi. Se le cambiamo oggi le cambiamo in peggio (il “clima” è causale, dipende da… Ergo: il cambiamento è impedito “qua, così”. E, di fatto, le “disuguaglianze” sono il risultato di una strategia esatta, in quanto che… servono).
Nota bene (è un messaggio cifrato e va, dunque, decodificato "formularmente"):
ha detto Prodi a margine della cerimonia di consegna del Sigillum magnum all'università di Bologna a Joseph E. Stiglitz, premio Nobel per l'economia nel 2001
significa
ad una “cerimonia” simile, si è auto ammesso che 1) il modello economico attuale è ingiusto e che 2) non c’è nessuna intenzione di andare a cambiarlo.
"Bisogna cambiare le regole. Il problema è chi le cambia":
se (se) ti doti di un atteggiamento “formulare”
le puoi cambiare tu (il grande problema vero, è che ti verrà impedito “qua, così”. Tuttavia, tu sei in grado potenzialmente di…).
La complessità è una facciata.
Orge, amanti e una figlia illegittima: tra i file Jfk, documenti “scottanti” su Martin Luther King
Al momento però, come precisa la Cnn, non è chiaro se le informazioni contenute nel dossier siano mai state verificate, così come non è stato reso noto come mai l'Fbi tenesse tali documenti associati a quelli relativi all'assassinio del presidente Kennedy.
Secondo quanto citato dai media americani, nel documento dell'Fbi datato 12 marzo 1968 e denominato Martin Luther King Jr. A Current Analysis, si parlerebbe di presunte orge e infedeltà e anche di una possibile figlia segreta che Martin Luther King avrebbe avuto dalla moglie di un noto dentista di colore a Los Angeles, con la quale ha avuto una relazione a partire dal 1962.
Secondo un parroco vicino a King, citato nei documenti, avrebbe anche avuto una relazione con la cantante Joan Baez.
L'introduzione del rapporto spiega che il dossier è stato creato a causa della levatura del reverendo nel movimento dei diritti civili e della crescente tensione razziale del paese.
Il dossier segreto si trova tra i 676 nuovi file sulla morte di Jfk rilasciati venerdì dall'Archivio Nazionale nel suo terzo documento dell'anno.
Link 
Che cosa “è” una fake news
Chi l’ha introdotta “qua (così)” e perché?
L3 puoi ricordare significativamente:
non è chiaro se le informazioni contenute nel dossier siano mai state verificate (eccola qua. Questa è la “tua” bella fake news, ossia, la strategia più utilizzata nel decorso della storia deviata “qua, così”)
si parlerebbe di presunte… e anche di una possibile (queste “informazioni” fanno tendenza a livello massivo, anche se non sono “certe/verificate”)
l'introduzione del rapporto spiega che il dossier è stato creato a causa della levatura del reverendo nel movimento dei diritti civili e della crescente tensione razziale del paese. Il dossier segreto si trova tra i 676 nuovi file sulla morte di Jfk rilasciati venerdì dall'Archivio Nazionale nel suo terzo documento dell'anno (i servizi segreti hanno mondato le “carte”, prima di renderle pubbliche, dopo tutti questi anni. Di più, alcuni documenti non sono ancora stati rilasciati. Ora, chiediti perché, invece, le informazioni su Martin Luther King sono state esposte al pubblico ludibrio? Perché così serve. Se non capisci a cosa/chi serve, non significa che non è vero).
Serracchiani: sempre vivo ricordo caduti per Italia.
"Oggi diamo forza e vita al ricordo di tutti coloro che sono caduti per la Patria e l'unità dell'Italia…".
Debora Serracchiani 
Di “vivo” non c’è proprio nulla “qua (così)”. 
Infatti, la Massa non ricorda ciò che “è già success3” anche solo a livello di “unificazione”; qualcosa (informazione) che esiste ancora, seppure la storia è deviata.
Basta accorgersi e significare ciò che è riportato persino nei libri di storia per la scuola dell’obbligo
Usa: disertore Bergdahl congedato con disonore, ma niente carcere
Un rapporto del Pentagono del 2010 affermava con certezza che Bergdahl avesse abbandonato la sua unità, prima di essere catturato dai talebani.
Il soldato ha fornito una diversa spiegazione agli investigatori, affermando di aver deciso di lasciare la sua base per raggiungere a piedi una base statunitense più grande, a circa 30 chilometri di distanza, per fare rapporto sui presunti problemi di comando nella sua unità.
Link 
Quale “maggiore” disonore?
È sempre la “tua parola” contro quella della “gerarchia”.
E, nell’AntiSistema… l’AntiSistema.
Il che non significa, però, che sia anche “giust3 ad angolo giro”. Anzi
Papa Luciani, morte senza misteri: secondo un libro-inchiesta
Il libro della Falasca è di prossima pubblicazione per l'editore Piemme. Il titolo è “Papa Luciani - Cronaca di una morte”. La prefazione è curata dal cardinale Pietro Parolin...
Link 
La prefazione è curata dal cardinale Pietro Parolin (serve altro, significativamente?).
"I Paesi europei si sono lasciati andare a soluzioni nazionali eccessivamente costose o hanno reso i loro sistemi di difesa dipendenti dagli Usa
Gli europei rischiano di esternalizzare il controllo dei loro sistemi di difesa".
Dirk Hoke 
Come potrebbe essere diversamente
L’Europa è un asset Usa. 
E lo è “dichiaratamente”, almeno, dalla “fine” dell’ultimo conflitto mondiale, d3l quale si celebra costantemente la “liberazione”…
Era il 2 maggio 2016 (Bollettino 1810) quando in questo Spazio (Potenziale) Solido venne scritto che:
l'atomo è (un) vuoto, all'interno del quale accade qualcosa. Anche la Grande Piramide è "vuota"...
Link 
Egitto, scoperta enorme area "vuota" nella Grande Piramide.
Un gruppo di scienziati ha rivelato di aver scoperto un'area "vuota" grande come un aereo passeggeri al cuore della Grande Piramide d'Egitto, all'interno della quale il vasto spazio è rimasto segreto e intatto per 4.500 anni.
La grande camera va ancora esaminata ed è una delle quattro cavità, insieme alle camere del re e della regina e alla Grande galleria, che oggi si sa esistono all'interno del colossale monumento fatto costruire dal faraone Cheope.
Non si sa quale fosse la funzione della cavità, né se contenga oggetti di valore perchè la via di accesso non è ancora stata trovata
Link 
Ora, è già stato scritto (in questo Bollettino) che:
l’informazione, al fine di auto trasmettersi”, viaggia attraverso questa struttura portante e centrale di diffusione ambientale. Altrimenti, come credi che possa avvenire la trasmissione senza fili nel “vuoto”?
È ovvio che lo spazio sia un “pieno”. Sì, ma (ma), pieno di… cosa/chi? Lo spazio è pieno di particelle fondamentali, che fungono da campo morfogenetico per il potenziale che può assumere qualsiasi forma…
Dunque, quel “vuoto” è, di più, uno spazio vuoto, ossia, pieno di… 
Ok?
Non confonderti.
Rimani agganciat3 al livello “che cosa significa”. Infatti:
scienziati giapponesi e francesi hanno fatto l'annuncio dopo due anni di studio nel famoso complesso funerario. Hanno usato una tecnica che si chiama muografia e coglie le variazioni di densità all'interno di grandi strutture di roccia
Link 
È proprio il “valore (significato)” informazione che esala, in quanto che:
la via di accesso non è ancora stata trovata
eppure
sai che c’è, dentro, uno spazio vuoto.
Ossia? 



È proprio l’informazione ambientale (frattale espansa) che viaggia attraverso il tutt3 “qua”, senza alcuna necessità logica di avere “fili, tubi, senso AntiSistemico, etc.”.
Lo sai, anche sela via di accesso non è ancora stata trovata”.

Significativa mente = accorgiti del significato, dato che “Tutt3 significa”.
Lo spazio è vuoto. Il vuoto è spaziale e… “Tutt3 scorre”.
Qualcosa/qualcun3 di funzionale, dal momento in cui “Tutt3 funziona”.
“Fai… allora, di riscrivere le regole”.
   
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2017
Bollettino numero 2176

2 commenti:

  1. La memoria conduce alla malattia (psicosi,schizofrenia,ecc),questo è quello che sostengono gli scienziati che hanno scoperto che....http://www.corriere.it/scienze/17_novembre_05/cervello-nasconde-un-cassetto-segreto-brutti-ricordi-55b379d2-c1e1-11e7-bf97-8f2129f2dc8b.shtml
    Questo è dovuto guarda non a caso a una sostanza chimica (programmazione)....
    Un abbraccio forte come sempre
    Claudio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudio, il momento di "è già success3" ha causato un trauma, che ha cancellato la memoria. Il ciclo è ripartito dopo il reset. Questo, poiché "tutt3 funziona". Questa "storia del mago" è solamente fantasia? C'è ampio significato, semmai.
      Il feedback è totale, come la "denuncia"...
      Grazie Claudio. Ti abbraccio. Sincerità

      Elimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.