martedì 2 gennaio 2018

“Chi” si è… fermat3?



Come di consuetudine, l’ultimo giorno dell’anno “vecchio” ospita i discorsi di coloro che sentono di avere un certo “Peso Paese” e che, per/con questo, intendono essere sempre ricordat3
“Chi” ha… ragione? 
Tutt3, ma (ma) d’assieme (verità, eco, informazione frattale espansa).
Ossia, a livello significativo, assumendo la situazione a livello globale/assolut3 (relativ3 a...). 
Altrimenti, la soluzione sarà “senza fine di continuità” poiché sempre (sempre) “qua (così)”. 

Il ritornello è lo status quo. 

L3 “senti” che risuona? 
La musica “è” sempre la stessa:
cambiano solamente coloro che suonano (non ciò che risuona). 
Per cui: 
anche nel 2018 (anzi, soprattutto “ora”) poniti la questione centrale e portante “a Chi giova tutto ciò”? 
Il “Chi” è a livello globale, però. 
Non avendo alcun limite, a cui ti viene da pensare e a cui tendi se (se) sempre “qua (così)”.
Anche in questo Spazio (Potenziale) Solido risuona sempre la stessa “musica”:
accorgiti di “Chi” e non di “cosa”… succede.
L’avere come target il “Chi”, ti rende infallibile.
È come impostare, in te, la risoluzione definitiva di un “problema” e non, invece, come il sopravvivere senza alcuna possibilità di… riuscire. 
Sì, perché, c’è sempre una responsabilità esemplare in qualsiasi ambito
C’è sempre (sempre) un “a monte”, rispetto a tutt3 ciò che è “a valle” di… (Chi). 
La tendenza, nell’AntiSistema, è quella di lasciar perdere, poiché ad un certo livello non è dato sapere cosa succede, perché, dove, come, quando, etc. e per/ad opera di “Chi” continua a succedere. 
Davvero “credi” che ciò che succede tra bambin3 (determinat3), non rappresenta la medesima situazione di ciò che succede anche tra adult3
Il tutt3 si rassomiglia. 

E, persino, l’attività attribuita al luogo comune (simbolo di) “Dio”, rivela sempre “Chi”.
Il “Chi”… è col3i che “gode, tra i (due) litiganti”
È il “mare” che c’è in mezzo “tra il dire ed il fare”
“Chi?” è la domanda (retorica), dato che lo sai già:
ogni gerarchia, ogni forma basata sul raggruppamento piramidale, ha sempre (sempre) una (ed una sola) ragione fondamentale, anche quando 1) non te ne accorgi, 2) hai dimenticato, 3) non sei d’accordo, 4) te ne freghi, 5) hai qualche tornaconto che… 6) non credi, 7) pensi diversamente, 8) sei sempre occupat3 a fare altro, 9) non è poi così importante e 10) così sia
Il vertice piramidale (solitamente distaccato dal resto della forma) si avvale, via via, dei livelli sottostanti che d’assieme finiscono per ripercuotersi tutti sulla/nella “base massiva (pluralità singolare)”.
I livelli inferiori sono tutt3 “Sotto Dominio”. 
E “funzionano” ad immagine e somiglianza
Inoltre, ricevono ordini (input) a livello in-conscio (nel conscio). In quale maniera? Per delegazione (frattale espansa):
attraverso gli attributi conferiti all’immagine di “Dio”
Non località, ubiquità, in leva, wireless, etc.
E, ciò, costituisce il grande “vantaggio” di poter rimanere immanifest3, alias, dimenticat3 e nemmeno immaginat3.
In maniera tale da non rientrare in alcuna “equazione (formula)” e, dunque, costituendo uno status quo praticamente e sostanzialmente “indistruttibile”, dato che non viene mai (mai) assunt3, assoluta mente, per ciò che “è”.
Vittorio Emanuele, il messaggio di fine anno agli italiani
Link 
Mattarella: politica prepari futuro, Costituzione dà attrezzi
Link 
La "visione del futuro" nel contro-discorso di Beppe Grillo
Link 
Ognun3 “vede” alla propria maniera e d’assieme tutt3 vedono per come “è”... intenzione del Dominio (“Chi”). 
Sembra fantasia e ingenuità, ma (ma) tant’è... è valore aggiunto, sostanza, significato, quintessenza, etc.
Anche e soprattutto se pensi diversamente, pur continuando a rimanere nel loop “qua (così)”
Intanto, la “tua” vita continua a fare acqua da tutte le parti
Anche se non ti sembra, dato che hai 1) un buon lavoro, 2) casa di proprietà (magari più di una), 3) qualche auto familiare, 4) una “bella” famiglia, 5) tante amicizie, 6) la possibilità di staccare tre/quattro volte l’anno, 7) l’illusione di essere padron3 del “tuo” destino, 8) un “buon” conto in banca, 9) la “certezza” di poter contare sulla futura pensione + altra copertura previdenziale privata e, magari, 10) un posto già prenotato al… campo santo (oppure l’avere deciso per la cremazione)…
Non c’è che dire:
hai proprio pensato a tutt3. Ma (ma) non a... Chi.
Quindi, hai la tua vita, saldamente nelle “tue” mani. Vero?
Del resto, ti puoi “permettere” tutt3. 

Se (se) tu non sei in questa posizione, di conseguenza, avrai qualche “certezza” in meno rispetto a costoro.
Per cui, chi ne ha ancora meno o non ne ha proprio, immagina a cosa (Chi) “è” espost3, se (se) sempre “qua (così)”:
apri i tuoi occhi (si dice e ti dicono)
dato che è di moda
credere che qualcun3 li abbia già aperti… salvo, poi, renderti conto che chiunque “qua (così)” non costituisce alcuna eccezione in alternativa sostanziale. 
Il trait d’union è costituito dal “denaro (possesso)”
chiunque si porge a te in quanto ad “esempio”, lo fa nel momento in cui è all’apice della propria “carriera”. 
Ossia, mentrelavora
E già di per sé, ciò toglie qualsiasi “valore aggiunto” a qualsiasi bella parola investita nei tuoi confronti. Vero? 
Lo comprendi solo “dopo”, però


Dopo esserti illus3 che/di… sognando ad occhi aperti e rendendoti conto che, dopo qualche decennio, siete tutt3 invecchiat3 inesorabilmente, mentre la realtà manifesta “qua (così)” è ancora e sempre “lì”, risplendente più che mai, poiché sempre lucidata a puntino.
“Tu”, che sino a quando hai le “forze”, hai sempre creduto di/in… ad un certo punto (in poi) contabilizzi che ti sei misurat3 con qualcosa (Chi?) di assolutamente “inossidabile”, che non hai mai (mai) nemmeno sfiorato in termini di… auto incisione, ma (ma) solamente in termini di auto inclusione passiva poiché passivata.
Il livello portante e centrale “è” quello significativo:
è la significatività.
E, significato “è”:
“Chi”…
Tu sei “Io”, così come lo è “Chi”
ma (ma) c’è ampia differenza, nel momento in cui Tu diventi “Tu”. 
Dove? “Qua (così)”. Quando? Dal momento di “è già success3” in poi. Perché? Il Dominio intende solamente essere Dominio (squadra che vince, non si cambia). Come? Essendo grande concentrazione di massa giurisdizionale a livello planetari3. 
Chi “è”? Ecco il fulcro:
trattandosi di “Chi”
allora (allora)
si tratta anche (anche) di… “dove è (nel) ‘qua così’”.
Vero? 
Esseri umani come te, hanno fisicità. Esistono come te.
Per cui, sono da qualche parte, localmente (nonostante la tecnologia, la legge e la forma sociale, che permettono l’immanifestazione wireless).
Non sono… “Dio”. 
Semmai (semmai) è il valore simbolico (in) “Dio”, a ricordarti (di) “Chi”. 

Hai forse, “qua (così)”, tu, la possibilità di fare libera “ricerca”
Non ti servono, forse, sempre molti soldi per…? 
Non è un caso. 
È, altresì, controllo “a monte” di te. 
Un “vantaggio” prevede molt3 svantaggi, se (se) in qualcosa che ha la forma di un piano inclinato, laddove la “gravità (Chi)” la fa da padron3. 
Immagina: 
ce la fai? Vedi? Senti? Percepisci? Intuisci? 
C’è molta (molta)... interferenza
Ossia, proprio ciò che solitamente assumi in quanto a 1) noia, 2) indifferenza, 3) voglia di fare altr3, 4) bassa priorità, 5) poca attenzione, 6) tristezza, 7) dolore, 8) sonnolenza, 9) distacco, 10) rimandare a dopo ciò che puoi fare adesso, etc.
La frase “Conosci te stesso” è indubbiamente connessa al tempio di Apollo a Delfi.
Sul suo significato gli studiosi, anche se con alcune differenze, concordano sul fatto che con questa sentenza Apollo intimasse agli uomini di “riconoscere la propria limitatezza e finitezza…”
Link 
Davvero
Come puoi auto de-limitarti a ciò, in questa maniera.
Quindi, ti auto definisci attraverso il grado di “finitezza” tramandato nel corso dei secoli.
È auto disinnesco. Te ne rendi conto? Innanzitutto:
riconoscere la propria limitatezza e finitezza…
di fronte a… “Chi”?
Ad… Apollo di Delfi
Va bene. Ma (ma) Chi “è”… Apollo
Un essere divino. Ossia, avente un certo “vantaggio” su di te “qua (così)”. Poi, solitamente, la divinità necessita guarda caso sempre (sempre) di una sorta di “interfaccia”, al fine di far pervenire il “proprio” messaggio anche a te.
Quindi
L’interfaccia è umana, fisica e “di parte (interessat3 aavente vantaggio)”. 
Il Mago di Oz, si avvale di una certa “tecnologia”... che la Massa non riconosce sostanzialmente per ciò che “è”, alias, per il significato che incarna e che riverbera ovunque nell’ambiente, attraverso la forma sociale che auto delimita e “de-finisce” la partecipazione plurale, singolarità dopo singolarità.
Diciamo che attraverso questo Spazio (Potenziale) Solido, “viene giù tutta l’infrastruttura scenografica della Grande Opera AntiSistemica”. 
Il sipario non cala, bensì, crolla


E dietro (Oltre Orizzonte) puoi finalmente accorgerti, vedendo, lo “spirito” che rianima l’Opera del Dominio.
Persone in carne ed ossa, che hanno trovato il modo “lungimirante” di… costruire un palco tutt’attorno e dentro a/di “te ‘qua così’”.
Di quali necessità hai bisogno nell’AntiSistema? 
Che l’AntiSistema venga meno. Ossia, che ritorni ad essere… Sistema (utopia = come dovrebbe essere).
Ti hanno pres3 in giro. Ti hannofregat3
Proprio “a te”, che ti credi tutt’altr3.
Il 4 marzo 2018 verrai chiamat3, ancora una volta (ma non nuova mente), al “voto”:
che intendi “fare”
La campagna elettorale monta già ed “ora” ti diranno tutto ciò che vuoi sentirti dire. 
Sarà tutt3 così… bell3:
ogni papabile elett3 sarà ai tuoi piedi, a chiederti di votarl3.
Che bella soddisfazione. Vero?
Per quanto credi di poter tenere il coltello dalla parte del manico
“Dopo”, sarà ancora come sempre “qua (così)”. Anzi, lo “è” già, dal momento in cui… le elezioni sono apparenti
Nella sostanza, qualsiasi schieramento eletto, non potrà che auto confermare lo status quo AntiSistemico. Non ci credi
Provare per credere (ancora una volta)dato che non ricordi – sostanzialmente – mai (mai).
E anche qualora lo facessi… non riusciresti a manifestare realtà sostanziale alternativa sostenibile, attraverso il paradigma “qua (così)”, essendo il livello del Dominio, assolutamente, inarrivabile… senza un atteggiamento “formulare”. 
Per “tagliarla corta”, il valore aggiunto incarnato nel primo giorno (ieri) e nel primo Bollettino del 2018, “è”:
il concetto di “fermarsi (fare)” di primo step
accorgersi e tirarsi fuori. Contarsi Oltre Orizzonte.
E saranno proprio le prossime elezioni a darti la possibilità (potenziale) di... "fare" in tal senso.


A breve la pagina “Oltre Orizzonte” verrà completata:
accorgiti, fai
fermati, fai (ricorda, fai)
ricorda, fai (fermati, fai)
diffondi, fai…

Finalmente, “fermarsi” ha una valenza pratica e praticabile, fisicamente... senza che per/con ciò “il cielo ti cada sulla testa”.
Vedrai
E (ma) “è” solamente il primo step, il primo livello del fermar3i.
Del resto, è anche solamente il 2 gennaio 2018. C’è modo e potenziale, sempre, per…
“Fai… di fermarti: ora è possibile”.
     
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2018
Bollettino numero 2213

4 commenti:

  1. ciao Davide e Buon 2018. Buon 2018 se ti senti occidentale-cristiano. Se sei ebreo dovresti festeggiare il 5778. Se fossi di fede islamica allora buon 1439. Tutto è relativo. Non sono d'accordo per quanto riguarda il senso de il Conosci Te Stesso.
    Già la figura dell'oracolo ha un significato simbolico (e frattale)fondamentale, come pure nel film Matrix: se capiterà ti darò una mia versione in privato. Attendo lo sviluppo della sezione Oltre Orizzonte. Diffondere è un pò a rischio e pericolo?
    Grazie di tutto
    Alessandro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandro, grazie. Contraccambio senz'altro :)
      Infatti: il "tempo" è artificiale. E' relativo a...
      Immagina di muoverti con mezzi velocissimi, tipo teletrasporto: non solo non esiste più tempo ma nemmeno distanza, tra due punti. Il tempo che trascorre come "età"? Quello è illusorio, poichè collegato al corpo che è programmato per invecchiare ed all'effetto di rotazione terrestre (giorno/notte). E il tempo atmosferico? Semplice funzionamento d'assieme...
      Bah.
      Non capisco su cosa non sei d'accordo. Se con quello che ho scritto io, oppure se con la citazione riportata (a proposito del "Conosci Te Stesso").
      Ok, per "OO" :)
      Diffondere - per come intendo Io - è pericoloso solamente se il Dominio si manifesta. Così come è "pericolosa" una guerra. Altrimenti, è un semplice "passaggio di consegne".
      Ancora grazie. Ti abbraccio.
      Sincerità

      Elimina
    2. Si,chiaramente non concordo con la citazione. Per la diffusione invece mi riferivo ai motivi primitivi reali che hanno portato a creare l'esoterismo rispetto all' essoterismo. Ciao Alessandro

      Elimina
    3. Ciao Alessandro, la misura è colma. Il Dominio domina. L'esoterismo è pari alla "necessità" della diversità, delle fake news, del libero arbitrio, dell'al di là, della politica, della scienza, della legge, del motore a scoppio, della democrazia, etc. Hanno pensato a tutt3, pur di auto mantenere smarrito il genere umano e l3 singolarità. Nulla è stat3 lasciat3 al caso. Tutt3 serve. Tutt3 funziona. Squadra che vince non si tocca. Il Dominio si è reso immanifest3. Non so più come dettagliare la strategia.
      Semplicemente, non ci crede nessun3. Alias? La strategia "è" autenticamente perfetta.
      No?
      Ancora grazie. Un abbraccio. Sincerità

      Elimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.