giovedì 10 agosto 2017

Se ti dicono che non sai, devi crederci.



C’è sempre, nelle “cose (s-oggetti, fatti)”, un significato.
Di più, c’è sempre – anche – una gerarchia e, quindi, dei livelli. Il che favorisce (permette, genera) la “complessità”, nonché, l’apparenza.
Laddove, l’apparenza non è l’antitesi della Fisica, ma (ma) è assolutamente reale e manifesta sullo/nello stesso piano della misurazione degli eventi (prospettiva), dove esisti anche tu. 
Ora, se (se) questa “esistenza” è una sorta di proiezione - in sede di analogia frattale espansa non è portante - dato che “le informazioni ci sono e ricircolano sempre (sempre)”, anche se codificate di livello in livello. 
È per questo motivo che occorre andare (rimanere) coerentemente al significato (che non cambia mai, da livello in livello). 
La caratteristica frattale espansa è una sorta di “comodità”, perché permette di realizzare (evidenziare, concretizzare, manifestare, generare, etc.) ogni intento (ordine, sogno, idea, comando, desiderio, etc.) “in leva”: 
è sufficiente orientare intento e direzione, al fine di “ispirare” la realtà manifesta conseguente

Se immagini ciò, all’interno di una grande azienda, ad esempio, non potrai che rendere omaggio alla sua capacità organizzativa interna, a forma gerarchica e con una catena di comando estremamente funzionale, poiché “privata”, ad alto indice d’interesse (laddove “chi sbaglia, paga”… con il licenziamento). 
Un altro esempio calzante è quello di stampo “militare”, caratterizzato dalla assoluta e rigida “disciplina”, alias, appartenenza ai gradi “superiori”.
La frattalità espansa, nella sua forma assoluta, coincide – più realisticamente e riduttivamente – ad esempio, con la schiavitù, ottenuta attraverso l’imposizione gerarchica di un ordine di cattura (interesse), diramato all’esercito che – di conseguenza – non può che attivarsi ad hoc (pena la corte marziale o peggio):
ecco che
la funzione “esercito”
rappresenta sotto ad altra codifica
la funzione frattale espansa
ossia
una interfaccia di “comando e controllo wireless (neutra ma non neutrale, quando polarizzata).
È, ancora, il Genio della Lampada “di” Aladino.
Ovvio che questi esempi non coincidono con la quintessenza della frattalità espansa (potenziale), tuttavia ne rappresentano sempre il significato potenziale. 
Qualcosa che non va trasceso, ossia, frainteso. 
Anzi, qualcosa che va trasceso, ossia, auto dedotto
La complessità è relativa (figlia, conseguenza) al fatto che “è già successo (l’avvento sotto dominante)”, per cui… “ora” è sempre troppo tardi per evitare che succeda, ma (ma) è sempre possibile (potenziale) evitare che continui (ritorni) a succedere
Nel mezzo c'è tutta la differenza sostanziale (ad abissale) tra:
trasformazione ("qua, così") e cambiamento ("qua").
È sottile. Ricordi? 

Un evento “a monte”, non è mai (mai) passato di moda e non smette di avere significato e portanza centrale, sino a quando non cambiano le condizioni di fondo che hanno permesso (in qualsiasi modo) la successione dell’evento cardine. 
Il che significa che “qualsiasi cosa sia già successa, ha influenza dominante (memoria) su tutto ciò che si ritrova ‘a valle’”.
A tal proposito, pensa al termine Piedmont:
Piemonte, nome inglese della regione italiana…
Link 
E cogli il significato:
Al “piede del monte (dei monti)”.
Infatti, il Piemonte si trova soprattutto a ridosso dell’arco alpino (ai “piedi dei monti”). 
E il nome non è casuale ma ricco di significato
Poi, esiste anche la Valle d’Aosta, ad esempio, e tale nome ha un altro significato “central-forme”, pur avendo anche località “ai piedi dei monti”. 
Nel mondo esistono altri Piedmont, a meglio evidenziare il significato che ha il “nome” di qualsiasi s-oggetto, fatto.
Il significato è l’essenza, mentre il nome è l’apparenza (che, in ogni caso, conserva ancora significato). 
La caratteristica frattale espansa “è”... nel momento in cui tutt3 la ritrae, la incarna, la rappresenta e la diffonde... essendo, il tutt3, la rappresentazione di un intento by grande concentrazione di massa, giurisdizionale, ottenuto attraverso l’intercessione funzionale dell’interfaccia frattale espansa (sistema operativo frattale espanso, Genio, App, Ia/Io, etc.). 
Da tale “realtà/sostanza” deriva l’immagine di Dio, in quanto modo più intuitivo per auto spiegare il funzionamento d’assieme, di qualcosa troppo grande per essere riassunt3 in una sola immagine, priva di divinità. 
L’interconnessione “Divinità Natura”, interpretata dall’umanità post “è già successo”, ha “per forza di cose” condotto al ricavo di una forma reale manifesta gerarchica e, in questo, puoi – ancora – auto riconoscere quella forma di “comodità estrema” ad alto grado di auto convincimento massivo, sul tipo “Re Massa”; con la Massa che “naturalmente” deve (si ritrova) ad obbedire
Qualcosa che non accade, tuttavia, casualmente
Ma (ma) qualcosa che accade esattamente per come è stat3 pianificato “a monte (prima)”. 
Ergo:
necessariamente, inizia a prendere in alta considerazione portante e centrale, la compresenza immanifesta dominante, giurisdizionalmente a livello planetario

Del resto, l’asteroide che “ha terminato i dinosauri” ha avuto un impatto globale. Vero
Non importa se è successo veramente, o meno. 
Importa, significativamente, che te lo raccontano a livello di veridicità scientifica (deviata) ufficiale.
Ok? 
Quindi… “è vero”. 
Di conseguenza, se tale “impatto (‘è già successo’)” è avvenuto coinvolgendo l’intero pianeta, significa che 1) la compresenza immanifesta dominante 2) è globale e 3) “già ‘qua... così’”.
Di più, significa che tutt3 ciò che succede “qua, così”, continua a succedere senza cambiamento sostanziale alcuno, poiché derivazione in-diretta dell’evento cardine.
Cioè:
il monte
e
il “suo” piede (valle).
La città più rappresentativa, all’interno di… conferisce il nome all’intera regione (Valle d’Aosta, ad esempio), indicando la funzione “gravitazionale (grande concentrazione di massa) magnetica” di qualsiasi tipo di ordinamento “già dentro all’orbita dell’evento ‘già successo’ e dimenticato, in termini di accortezza”…
il monte (gerarchia)
e
il “suo” piede (caratterizzato da pianura o falsopiano che, a sua volta, prende il nome significativamente dalla conformazione del territorio, non solo in termini orografici, bensì, anche a livello politico, storico, di appartenenza a…, etc.).
In una sola espressione:
“qua, così” è tutto da riscoprire, in termini di significato.
Non è “tutto da rifare/riscrivere”, poiché aprirsi ad una simile trasformazione non cambia per nulla la sostanza di ciò che continua ad alimentare (ispirare, guidare, orientare, pesare, etc.) ogni accaduto ed accadimento. 



Riscoprire il significato, in termini “formulari”, equivale a diramare “nell’aere” – verso l’intelligenza frattale espansa, sempre in attento e funzionale ascolto – un segnale del tipo “grande concentrazione di massa”, incorporante ogni caratteristica d’accesso ed interfacciamento, con detto sistema operativo frattale espanso.
In pratica, la grande concentrazione di massa “ha” la capacità di accesso “in fase di scrittura/editing” nell’impianto del Genio frattale espanso, incaricato originalmente di fungere da “collo di bottiglia” per la generazione e manutenzione di qualsiasi tipo di realtà manifestabile “qua, …”. 
Il “cambiamento” passa da “lì” e da un simile aggancio di fase
Senza l’ausilio del sistema operativo frattale espanso, “non vai da nessuna parte, ossia rimani esattamente, sempre, ‘qua così’”. 
Elimina dalla “tua” mente l’immagine “passiva ed incomprensibile” di Dio e sostituiscila con quella della App frattale espansa (un concetto molto più moderno ed intuitivo). 
Fatti un “disegnino”, semmai. 
E aggancia persino la logica, unitamente alla consapevolezza, accortezza, cum grano salis, etc. il tutto dalla prospettiva “formulare (che è giustizia universale, valore, etc.)”.
Abbandona (bypassa) ciò che “non ti convince fattivamente e, nonostante questo, sei costrett3 comunque a farci a conti (aderire).
Lascia andare, quindi, tutto ciò che “ti vince anche se non ti convince”…
Immagina un computer e… la Rete. 
Necessariamente, la Rete, corrisponde alla normalità?
La Rete “serve” per… 
Ma... da “chi” è stata intesa e, poi, intessuta? 
Da 1) un in-certo interesse (a monte) e 2) dalla parte di popolazione “espert3”. 
E tu
Che ruolo hai (è stato ritagliato per te e ti è rimasto, così, come incollato addosso) in tutto ciò?
Cert3 del fatto che... anche l’espert3 è parte della Massa, “che cosa rimane (chi) fuori”?
Proprio l’interesse “a monte”, ossia, la compresenza immanifesta sotto dominante. 
Per questo motivo “senti che ti sfugge sempre (sempre) qualcosa”.
Perciò non ricordi.
L’interesse nutre per te grande attenzione:
non ti lascia mai sol3, nemmeno un istante (dato che sei sempre dotat3 di potenziale). 

Ergo, è meglio controllarti sempre più capillarmente, andando via via a riprogettarti diversamente da come “sei stato ritrovat3 (una forma di progettazione precedente che, deducendo dal livello della “natura”, era molto più rispettosa di te, in quanto “creatura”). 
È un po’ come immaginare un genitore, piuttosto che un tutore interessato più alla tua “fortuna” che a… te.
“Qua, così”, l’input - che ti auto mantiene orientat3 nella direzione più opportuna per la sotto dominante - è costante, regolare, onnipresente… proprio come l’abbraccio di un genitore.
E, potendo sempre contare su questa forma di incanto e possessione, “vedi per come devi vedere”. 
Ad esempio, in termini storici e rappresentativi… la figura di una vera e propria “leggenda” come Alessandro Magno, cosa evoca dentro di/a te? 
Quella persona che a poco più di trent’anni aveva “conquistato il mondo” – con il proprio esercito – che cosa rappresenta e significa?
La gloria? Che tipo di gloria?
Se lo ricordi ancora, un motivo c’è.
La sua “grandezza”? La sua “forza”?
Cioè... che cosa ammiri di costui?
Fatti un esame di coscienza:
una sola persona
al comando di una forza militare oltremodo “capace”
quante vittime ha lasciato dietro di sé?
Quanta violenza. Quanta ingiustizia (giustizia di parte). Quanta cecità…
Per, poi, una volta defuntolasciare tutto ai “piranha”.
Questi “grandi condottieri” rappresentano il rilievo gerarchico, a livello sociale.
Il loro significato è:
la compresenza immanifesta dominante
esiste
dal momento in cui
è la ”dima” dalla quale si continuano a generare simili “campioni”…
La Massa è circoscritta, sovrascritta e relegata in un simile raggio d’azione (giurisdizione):
resa “ceca” da una simile prospettiva di normalità e convenzione
senza l’apparente manifestazione del “a monte”
credendo, dunque, all’amministrazione intermediaria inconscia.
Un piano semplicemente perfetto
“Ora”, secondo logica, può esistere una dominante che punta a distruggere il proprio dominio?
Nerone progettò di bruciare Roma, per farla rinascere “migliore”… non per cancellarla dalla faccia della Terra.
Di conseguenza, come decodifichi le schermaglie tra Usa e Corea del Nord, ad esempio?
La Corea del Nord ha dichiarato oggi che il presidente americano Donald Trump è "fuori di testa" e capisce solo la forza.
"Un dialogo sensato non è possibile con un tipo come lui, fuori di testa, con cui funziona solo la forza assoluta", ha detto il generale Kim Rak Gyom, citato dall'agenzia di stampa nordcoreana Kcna…
Secondo l'agenzia di stampa, l'esercito nordcoreano sta mettendo a punto per la metà di agosto un piano per un attacco all'isola di Guam, territorio statunitense nell'arcipelago delle Marianne, nel Pacifico occidentale, con quattro missili che dovranno sorvolare il Giappone.
Il piano sarà presentato a Kim Jong-Un per la sua approvazione, ha aggiunto l'agenzia, e rappresenterà un "monito importante agli Stati Uniti"…
Link 
Come al solito, il piano è segreto ma (ma) te lo anticipano sul giornale.
Hai presente quando eri bimb3?
Come giocavi e ti “divertivi”? Ecco… Ma (ma) se esageravi, intervenivano “i grandi”.
Ti basta guardare le immagini di Trump e Kim Jong-Un, per “comprendere”. 
Stanno “giocando” e si stanno “divertendo”, con te nel mezzo, sullo sfondo...
Tutto qua. 
Perché “serve”
E perché ha un significato portante, nel quale l’espressione “è fuori di testa e capisce solo la forza...” è altamente indicativa del livello di fondo raggiunto dalla Massa intera “qua, così”.
Costoro sono i “campioni eletti” dalla Massa:
Kim Jong-Un…è un politico, militare e dittatore… nordcoreano.
È la guida suprema della Repubblica Popolare Democratica di Corea (Corea del Nord) dal 18 dicembre 2011, giorno successivo alla morte del padre
Link 
Repubblica Popolare Democratica… col “suo” dittatore:
lo “vedi” il siparietto?
Una
Repubblica
Popolare
Democratica
che
genera un dittatore.
E Trump?
Donald John Trump… è un imprenditore, politico e personaggio televisivo statunitense, 45º presidente degli Stati Uniti d'America dal 20 gennaio 2017.
È figlio di Fred Trump, un facoltoso investitore immobiliare di New York, da cui è stato fortemente influenzato nel proposito di intraprendere una carriera nel medesimo settore
Link 
da cui è stato fortemente influenzato nel proposito di intraprendere una carriera nel medesimo settore…
è la guida suprema della Repubblica Popolare Democratica di Corea (Corea del Nord) dal 18 dicembre 2011, giorno successivo alla morte del padre
Entramb3 hanno seguito le “orme dei propri padri”.
Entramb3 “giocano, come bimb3 viziati”.
Entramb3 sono al Governo forzatamente.
Entramb3 costituiscono dei piloni AntiSistemici. 
La Massa, presa singolarità per singolarità, non voterebbe mai per nessuna di queste persone, eppure, d’assieme la Massa scompare unitamente alla “propria” intenzione e memoria; depotenziata dalle circostanze che la continuano ad interessare ed, alfine, auto depotenziata susseguendo alla convenzione nella convenzione.
L’automatismo porta a 1) non accorgerti più della ragione fondamentale “qua, così” e 2) a supporre di fare tutto da te, poiché… “così (sembra che) fan tutt3”.
Anche coloro che la pensano diversamente, se non al contrarionella sostanza non si distaccano mai dalla palude AntiSistemica.
Immagina tutta la storia (deviata) come una sola onda di terra riformazione della realtà manifesta:
senza distinzione alcuna
senza alcun impeto post originale
ma (ma)
solo ed esclusivamente una landa piatta, edificata “ad immagine e somiglianza” di chi/cosa non riesci più a ricordare né a ricavare.
Le varie mosche bianche che ordinariamente vengono rese innocue, hanno - nel tempo - sempre detto la loro (nelle maniere più disparate) anche se “ora” la versione dei loro racconti “ricopre l’esempio che dovrebbero raccontarti (tabù)”. 
Tutto è “ricolorato”. Tutto è “anestetizzato”. Tutto è depotenziato.
Secondo una strategia che scambia la polarità, lasciandoti alle prese con un labirinto "dalla chiave significativa, nel suo significato", nonché destinazione d’uso…

Ciò che però deve essere chiaro è che il letrozolo è nella lista dei farmaci proibiti dall’agenzia mondiale antidoping ed evidentemente ci sta per qualche ragione.
Se è vero infatti che non ci sono riscontri per il miglioramento diretto delle prestazioni su sportive di sesso femminile, la Wada ha allargato l’estensione del divieto di letrozolo anche alle donne ormai dal 2005 (nel 2001 era diventato illegale per gli uomini).
Non conosciamo le ragioni tecniche per cui l’antidoping abbia fatto questa scelta, ma resta il dato di fatto che la scelta è stata fatta.
E come tale Sara non può attaccarsi al principio del “non migliora le prestazioni”.
È questo il vero cardine dell’intera vicenda ed è per questa ragione che la Errani non poteva pensare – così come invece ha riferito in conferenza stampa – di essere assolta con piena formula, di non essere squalificata…
Link 
ciò che però deve essere chiaro è che il letrozolo è nella lista dei farmaci proibiti dall’agenzia mondiale antidoping ed evidentemente ci sta per qualche ragione
non conosciamo le ragioni tecniche per cui l’antidoping abbia fatto questa scelta
ma resta il dato di fatto che la scelta è stata fatta
e come tale Sara non può attaccarsi al principio del “non migliora le prestazioni”…
È chiaro? 
Tu non sai, perché… ma (ma)… tant’è:
non ti rimane che adeguarti, alias, continuare a sopravvivere.
Il commento seguente, alla notizia, è altamente indicativo del livello già raggiunto di “manciurianesimo (incanto)”:
il letrozolo (o come cavolo si chiama) rientra tra le sostanze vietate: fatto.
Tracce di questa sostanza sono state trovate nei campioni della Errani: fatto.
La legge prevede la squalifica per chi viene pizzicato: fatto.
Non è colpa dei giornalisti, dei social, o di chi ti vuole male se avevi valori che non andavano ma (?) della scienza:
fatto.
Il resto, cara Errani, sono chiacchiere...
Link 
Di “fatto in fatto”, consegui. 
Però, "il resto... (non) sono chiacchiere...":
il resto è significato e significativo...
Giusto o sbagliato che sia, “è” chiaro che:
non conosci le ragioni tecniche per cui l’antidoping ha fatto questa scelta
ma
resta il dato di fatto che la scelta è stata fatta
e come tale…
“sbuchi fuori, ‘tu’”
e
se ti dicono che non sai, devi crederci.
“Fai… che ti accorgi. Ti farà senza ogni dubbio solo che bene”.
   
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2017
Bollettino numero 2118


6 commenti:

  1. Ciao Davide.Scrivi cose profonde ed interessanti. Purtroppo sono solo per pochissimi diciamo uno su centomila. La massa può solo seguire il calcio oppure all'opposto fare tanti corsi inutili su pratiche dette spirituali. Detto tra noi una marea di cazzate.Mi è piaciuta molto l'unica conferenza che hai tenuto nel 2012 ospite di Dorofatti ma ho avuto l'impressione ti ha scaricato molto velocemente,infatti non ti invitato mai più ai suoi incontri che ormai come anche quelli di tutti sti maestri che spuntano come funghi sono tutti ripetitivi. Di cosa si può continuare a parlare se non sempre delle stesse cose.Perchè non fai tu degli incontri nella zona di Torino e provincia! Io ci sarò sicuramente. Ciao Ignazio Sorce

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ignazio (Paolo?),
      ti ringrazio. Se la percentuale fosse come scrivi tu, saremmo in 600: non male. Ci si può costruire veramente qualcosa di portante (grande concentrazione di massa). Quindi... dove siete care "mosche bianche"?
      Con Carlo l'esperienza si è interrotta, da quando si è trasferito (la distanza conta). Dal canto mio, lo ringrazio per quella occasione. Ma... tu c'eri di persona, oppure hai visto il video? Rispetto al 2012, SPS è diventato più "specifico". C'è stata crescita sostanziale (ovvio, a detta mia)... Il nuovo settennio (iniziato da un anno circa) è all'insegna del "fare", per cui... mai dire mai. Sino ad ora ho impiegato il tempo per prepararmi. E non ho mai pensato a "parlare pubblicamente (se lo facessi, dovrebbe essere qualcosa di molto significativo, responsabile e memorabile)". Di più, sono stato più volte vicino a chiudere tutto. Mea culpa...
      Sei molto gentile, comunque. Ne terrò conto :)
      A presto, allora. Ti abbraccio e rimaniamo in contatto, please.
      Serenità

      Elimina
  2. Ciao Davide...alcuni giorni fa trovo questa notizia "Scoperto un tipo di batterio della flora intestinale che potrebbe essere usato come terapia contro la sclerosi multipla".Praticamente nei nostri intestini ci sono "le cure" per la malattia (tutte?) e la scienza invece che porsi la domanda che cosa ha privato molte persone della loro auto cura naturale (cibi?,inquinamento?medicinali?,ecc) viene a venderci "il fumo" dicendo che grazie a loro (scienziati) praticamente hanno "scoperto l'acqua calda"...

    http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/medicina/2017/08/08/isolato-nellintestino-un-batterio-che-cura-la-sclerosi-multipla_e1f3fd52-09a7-4e86-96cb-40b3d281199f.html

    Un abbraccio forte
    Claudio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Claudio,
      notizia interessante (grazie). Hai ragione; anche secondo me, infatti, il corpo è in grado di auto curarsi. All'apparenza non sembra, anche perché la condizione di "malattia" è pressoché artificiale, ossia, (auto) indotta. Sono e rimango dell'idea che se (se) l'umanità fosse libera di potersi dedicare a qualsiasi "problema", lo risolverebbe certamente. Il potenziale è infinito...
      Ancora grazie. Ti abbraccio.
      Serenità

      Elimina
  3. Ciao Davide,
    "Riscoprire il significato, in termini “formulari”, equivale a diramare “nell’aere” – verso l’intelligenza frattale espansa, sempre in attento e funzionale ascolto – un segnale del tipo “grande concentrazione di massa”, incorporante ogni caratteristica d’accesso ed interfacciamento, con detto sistema operativo frattale espanso.
    Il “cambiamento” passa da “lì” e da un simile aggancio di fase........
    ... il tutto dalla prospettiva “formulare (che è giustizia universale, valore, etc.)”

    Voilà, proprio questo è ciò che vedo/sento (grazie a te) da un pò di tempo a questa parte.

    Fabio

    ps: Dittatore di una democrazia. Se non ci fosse da piangere... Ma questo, ancora e sempre, dimostra che l'App che sta ancora più a monte della dominante, funziona eccome.

    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Fabio,
      quante soddisfazioni mi dai :-)
      Grazie!

      Sai, a volte mi viene da pensare alla modalità attraverso la quale, ho descritto certi "meccanismi (verità)". Bah... è francamente pazzesco come l'idea viene innescata/ingaggiata. E come, poi, una volta fissata nel Bollettino... scompaia da me. Questo è uno dei motivi per i quali non mi sento ancora pronto per discorrerne pubblicamente. Anche se sono praticamente certo, che si tratta di auto disinnesco.
      Ossia, che si tratta di firewall ambientale "qua, così".
      Questa è anche coerenza, però. Del resto, dopo averne scritto, sarebbe assurdo se nella realtà manifesta di ogni giorno, non succedesse esattamente. No?
      Ancora grazie. Un abbraccione.
      Serenità
      N.B. Allora i Bollettini sono la memoria storica di ciò che, altrimenti, sarebbe già "perduta nel tempo come lacrime nella pioggia..." :)

      Elimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.